Vernice alchidica

Indice dei contenuti

    Le vernici alchidiche vengono impiegate tipicamente per la decorazione di pareti e superfici in legno, metallo e plastica. Sono resistenti agli sbalzi termici, all’abrasione e vantano eccellenti proprietà meccaniche.

    I vantaggi principali delle vernici alchidiche sono:

    • resistenza agli sbalzi termici;
    • proprietà meccaniche elevate;
    • risultato estetico ottimale;
    • resistenza alla muffa e all’umidità;
    • utilizzo interno ed esterno;
    • compatibilità con vari materiali.

    Invece gli svantaggi di queste pitture sono:

    • tempi di asciugatura lunghi;
    • odori durante l’essiccamento;
    • precisione nella composizione della miscela.

    Classificazione ed impiego

    Le vernici a base alchidica possono essere categorizzate in base al volume percentuale di olio in esse contenuto:

    • Le vernici a bassa concentrazione di olio (30-40%) sono caratterizzate da bassi tempi di essiccamento e vengono impiegate soprattutto nel settore della produzione di vernici per superfici metalliche (ad esempio nel settore automobilistico) o nella produzione di agenti plastificanti per la protezione di strutture edilizie esterne.
    • Le vernici a medio contenuto di olio (45-55%) sono tra le più versatili e trovano largo impiego nel settore della produzione di smalti applicabili sia tramite pennello che con tecniche ad aerografo.
    • Le vernici a lungo (55-70%) e lunghissimo olio (oltre il 70% del volume totale) sono caratterizzate da tempi di essiccamento più lunghi rispetto alle categorie precedenti ma risultano, rispetto ad esse, più resistenti all’invecchiamento e agli agenti atmosferici. Questa tipologia di vernici trova impiego soprattutto nel settore dell’edilizia, in particolare nella produzione di vernici e smalti da esterno, e nella produzione di prodotti per la cura delle superfici esposte a condizioni particolarmente usuranti, per esempio navi o imbarcazioni di vario materiale.