Arte

Chiasmo (scultura)

In Scultura, ma in genere anche nelle arti figurative, il chiasma, o chiasmo, è il termine che viene utilizzato per indicare la posizione del corpo umano quando si trova un po’ sbilanciato su un lato. In tale posizione l’opera scarica il proprio peso su una sola gamba, con l’altra che rimane flessa e libera dalle …

Chiasmo (scultura) Leggi tutto »

Racemo (decorazione)

In Arte e Architettura, si definisce racemo una tipologia di decorazione, scolpita o dipinta, a forma di grappolo con tralci, rami, fiori, foglie.

Modello (arte)

In Arte, si definisce con il termine modello il progetto definitivo e compiuto nella definizione della scena dell’opera, nei particolari e nell’ambientazione, pronto per essere presentato al committente. Dal latino modellus, diminutivo di modulus da cui modulo, nel linguaggio delle arti compare nella seconda metà del XV secolo nel senso di esemplare da riprodurre relativamente alla pratica …

Modello (arte) Leggi tutto »

Abbozzo

In Arte, si definisce con il termine abbozzo lo stadio immediatamente successivo allo schizzo, un disegno che, pur nell’incompiutezza formale, delinea una rappresentazione più strutturata nel contorno, sebbene ancora fluida, aperta a trasformazioni e varianti. Il termine abbozzo deriva da “bernoccolo” o “bozza”, in riferimento a un lavoro irregolare e non finito e per questo …

Abbozzo Leggi tutto »

Schizzo (arte)

In Arte, uno schizzo rappresenta immagini rapide, tecnicamente indeterminate, costituite da pochi segni grafici più o meno chiaroscurati eseguiti dall’artista allo scopo di fissare un primo pensiero o concetto che la fantasia gli suggerisca. Corrisponde al nucleo primordiale dell’opera d’arte, al suo primo concepimento, ancora confuso e indefinito, ma estremamente libero. Dal punto di vista …

Schizzo (arte) Leggi tutto »

Cloisonné (lustro di Bisanzio)

Il cloisonné, chiamato anche lustro di Bisanzio, è una tecnica di decorazione artistica a smalto. Si procede saldando sull’area interessata dei sottili bordini d’oro (o anche di altro materiale), in modo da predisporre le figure entro i cui spazi verrà colato lo smalto.

Champlevé

Lo champlevé è un’antica tecnica di decorazione a smalto di Limoges, secondo la quale alveoli o cavità vengono scavati sulla superficie di un oggetto metallico e riempiti di smalto vitreo.

Cera persa

La tecnica della cera persa è una tecnica impiegata nell’esecuzione di una statua in bronzo (ma anche in altro materiale), cava nel suo interno. La lavorazione prevede l’applicazione di un strato di cera sul calco positivo a cui sarà inglobato quello negativo. Nel gruppo, costituito dai due calchi, viene versato il bronzo allo stato fuso …

Cera persa Leggi tutto »

Cenotafio

Il termine cenotafio viene impiegato per definire le tombe il cui aspetto appare monumentale, innalzato in onore di qualche illustre defunto, senza che il suo cadavere vi sia effettivamente sepolto. Etimologia Attestato per la prima volta a fine XVII secolo, deriva dal latino cenotaphium, a sua volta prestito dal greco antico κενοτάφιον composto di κενός …

Cenotafio Leggi tutto »

Cassettoni (o lacunari)

I cassettoni (anche detti lacunari) sono gli elementi decorativi cavi, la cui forma può essere rettangolare o quadrata. Vengono impiegati e disposti come un alveare per la decorazione dei soffitti e delle volte.

Cariatide

La cariatide (detta anche canèfora) è una scultura utilizzata come colonna, che oltre a sostenere elementi architettonici ha anche una funzione decorativa, ad immagine di figura femminile (quella a figura maschile si definisce talamone).

Capriata

In Architettura, la capriata è una struttura in legno a sezione triangolare impiegata per costruire i tetti. La sua conformazione non permette di scaricare orizzontalmente le forze sui muri. I due arcarecci, che danno l’inclinazione del tetto, sono pertanto uniti da una trave orizzontale chiamata “catena”. A completamento della capriata ricordiamo altri elementi di connessione …

Capriata Leggi tutto »

Capitello

Il capitello (dal latino capitellum) è l’elemento che raccorda le colonne e la trabeazione.  È il sostegno verticale (colonna, lesena) degli ordini architettonici, la cui funzione decorativa è quella di interfacciare la superficie tonda della colonna con quella rettilinea delle testate delle travi da essa sostenute. Altra funzione del capitello è quella di aumentare la …

Capitello Leggi tutto »

Campata

Il termine campata è usato in Architettura ed in Ingegneria Civile per definire la distanza tra due colonne o piedritti, intesa come distanza tra gli assi, da non confondere con la “luce” che misura la “distanza utile” tra due colonne.

Cammeo (o cameo)

Il cammeo (o cameo) è un gioiello realizzato attraverso l’incisione di una pietra stratificata (tipicamente l’onice) o di una conchiglia, in particolare la Cypraecassis rufa, la Cassis madascarensis e la Cassis cornuta in quanto queste conchiglie della famiglia della Cassis presentano la superficie costituita da due strati di colore distinti, il che permette di isolare …

Cammeo (o cameo) Leggi tutto »

Calco

Il calco è l’impronta di un rilievo o di un incavo che si ottiene facendovi perfettamente aderire una materia che può passare dallo stato molle a quello duro, quale gesso impastato, argilla trattata, o cera. Esso viene impiegato come stampo per riprodurre esattamente ogni tipo di scultura.

Bulino

Il bulino è uno strumento di acciaio temperato appuntito, simile ad uno scalpello, impiegato generalmente per incidere lastre metalliche o di altro materiale duro.

Bugnato

In Architettura, il bugnato è una lavorazione muraria esterna (di facciata di un edificio) utilizzata sin dall’antichità e ripresa, con modalità e forme diverse, fino all’epoca contemporanea, caratterizzata da blocchi di pietra sovrapposti a file sfalsate preventivamente lavorate in modo che i giunti orizzontali e verticali risultino scanalati ed arretrati rispetto al piano di facciata …

Bugnato Leggi tutto »