Algebra

Il termine algebra (dall’arabo الجبر, al-ǧabr che significa “unione”, “connessione” o “completamento”, ma anche “aggiustare”) deriva dal libro del matematico persiano Muḥammad ibn Mūsā al-Khuwārizmī, intitolato Al-kitāb al-muḫtaṣar fī ḥīsāb al-ǧabr wa l-muqābala (“Compendio sul calcolo per completamento e bilanciamento”), che tratta la risoluzione delle equazioni di primo e di secondo grado.

Approfondisci definizione »

Prodotti notevoli

I prodotti notevoli si utilizzano in Algebra per il calcolo letterale del prodotto tra polinomi. Si dicono notevoli, perché il prodotto tra alcuni particolari polinomi giunge sempre

Polinomio

Si definisce polinomio la somma algebrica di monomi. I monomi che compongono un polinomio si dicono termini del polinomio. Il termine polinomio

Monomio

Si definisce monomio (dall’unione tra il prefisso greco mónos che significa “unico” ed il sostantivo latino nomen che significa “nome, termine”: formato da un solo termine) come un’espressione algebrica

Variabile

In Matematica, si definisce con il termine di variabile (indicata con una lettera alfabetica; detta dunque anche variabile letterale) una rappresentazione di

Somma algebrica

La somma algebrica viene definita come l’operazione di addizione (o sottrazione) di numeri relativi (ma anche complessi e quindi anche numeri reali e a

Algebra

L’Algebra è una delle branche fondamentali della Matematica volta allo studio e all’estensione dei procedimenti aritmetici su i numeri e le quantità

Equazione

In Matematica, le equazioni sono delle uguaglianze tra monomi o polinomi, per le quali lo scopo è quello di cercare il valore numerico di

Asintoto

Il termine asintoto è utilizzato in Matematica, o nello specifico in Geometria, per designare una retta, o più generalmente una curva, alla quale si

Logaritmo

Si definisce logaritmo (dal greco lògos, ragione-rapporto, e arithmós, numero) quell’operatore matematico che definisce l’esponente \(x\) di un numero di partenza \(a\)