Royal Society

Indice dei contenuti

La Royal Society, è la società scientifica londinese fondata nel 1660 da un gruppo di naturalisti che si riunivano presso il Gresham College, a Londra, per impulso iniziale di Robert Boyle (1627-1691) con l’intento di promuovere la scienza matematico-sperimentale, seguendo l’insegnamento di Francis Bacon (1561-1626). Il periodo di formazione va dal 1660 al 15 luglio 1662, allorché la Society ottenne il riconoscimento reale da Carlo II (1630-1685).

In seguito a tale atto, la Corona assunse la prerogativa di nominare il Presidente, senza tuttavia mettere in questione la piena autonomia della società, che non riceveva alcun finanziamento dalla Monarchia.

La Royal Society pubblicò, dal 1665, il primo periodico scientifico europeo, le “Philosophical Transactions”, che divenne presto uno strumento di diffusione delle nuove idee scientifiche. Annoverò tra i propri membri i massimi scienziati inglesi ed europei. Robert Hooke (1635-1702) ne fu a lungo il Segretario incaricato di programmare e allestire le sedute sperimentali.

La Royal Society fu, inoltre, a lungo presieduta da Isaac Newton (1642-1727), che pubblicò nelle “Philosophical Transactions” nel 1672 la celebre memoria sulla luce e sui colori. Il prestigio della Royal Society si mantenne invariato nei secoli successivi. L’istituzione è ancora oggi attiva e conserva, nella sua sede londinese, un archivio tra i più importanti del mondo.

Altre informazioni

Aiutaci a migliorare