Josef Mengele

Indice dei contenuti

Josef Mengele (Gunzburg 1911 – S.Paolo 1979) nacque a Gunzburg, in Baviera, il 16 marzo 1911 da una famiglia di fede cattolica. Nel 1935 si laureò in Antropologia all’Università Ludwig Maximilian di Monaco, con una tesi nella quale distingueva quattro gruppi di razze umane attraverso un’analisi della mandibola.

Due anni dopo entrò all’Università di Francoforte come assistente del professor Otman von Verschuer, che si occupava di genetica, dedicandosi con particolare interesse soprattutto allo studio dei gemelli. Nello stesso periodo Mengele si laureò in medicina ed entrò nelle SS.

Dopo essersi sposato, visse per qualche anno con la moglie a Monaco prima di partire per la guerra. Nel 1943 rimpiazzò un altro medico nel campo di concentramento di Auschwitz dove, oltre a compiere numerose ricerche sui deportati, aveva l’incarico di decidere, al momento del loro arrivo, chi fosse da destinare al lavoro forzato e chi direttamente alle camere a gas.

Per quanto riguarda le sue ricerche, queste si concentravano principalmente sui prigionieri di etnia rom, quelli affetti da nanismo e i gemelli. Per l’incredibile crudeltà dei suoi esperimenti, si guadagnò il soprannome di Angelo della Morte. I gemelli, più degli altri, venivano analizzati con grande attenzione e poi sottoposti a ogni tipo di esperimento (subivano trasfusioni, venivano mutilati, infettati da virus, cuciti per creare siamesi artificiali ecc.).

Poco prima della sconfitta della Germania e la liberazione di Auschwitz, pianificò una fuga in Sud America, dove cambiò identità e riuscì ad eludere tutte le ricerche effettuate quando, nel dopoguerra, furono catturati molti criminali nazisti.

Morì all’età di 67 anni a San Paolo in Brasile, precisamente a Bertioga, a causa di un attacco cardiaco, il 24 gennaio 1979. Seppellito nel cimitero brasiliano di Embu, le sue spoglie furono riconosciute nel 1985 e sottoposte a un test del DNA. Oggi si trovano all’Università di San Paolo e sono oggetto di studio nella facoltà di Medicina.

Altre informazioni

Aiutaci a migliorare