Statistica

La statistica è una branca della Matematica, nonché una disciplina che ha come scopo l’analisi quantitativa e qualitativa delle osservazioni di un particolare fenomeno collettivo in condizioni di incertezza o non determinismo, cioè di non completa conoscenza di esso o parte di esso. In altre parole, la statistica è la disciplina che riguarda la raccolta, l’organizzazione, l’analisi, l’interpretazione e la presentazione dei dati. I dati prodotti possono essere economici, demografici, sociali, territoriali, ambientali: ad esempio dal prodotto interno lordo, al numero di residenti, dall’uso del tempo al commercio estero, dall’inflazione ai rifiuti urbani pro-capite.

La statistica studia i fenomeni collettivi (osservazione di un insieme di manifestazioni individuali), allo scopo di: ottenere informazioni, descrivere un fenomeno, individuare relazioni; quindi:

  • aiuta a valutare ciò che osserviamo e a prendere decisioni sulla base delle osservazioni e dei dati rilevati;
  • affronta ed interpreta aspetti del mondo reale: la casualità, l’aleatorietà e l’incertezza;
  • è uno strumento fondamentale per le scienze sperimentali, naturali ed empiriche;
  • non dice mai che un’affermazione è vera o falsa, ma che è vera o falsa con una determinata probabilità. E la teoria della probabilità è il principale strumento che consente di modellare l’incertezza.

Nell’analisi dei dati vengono utilizzati due metodi statistici principali: la statistica descrittiva e la statistica inferenziale.

Statistica descrittiva

La statistica descrittiva studia i criteri di rilevazione, classificazione, sintesi e rappresentazione dei dati appresi dallo studio di una popolazione o di una parte di essa (detta campione). I risultati ottenuti nell’ambito della statistica descrittiva si possono definire certi, a meno di errori di misurazione dovuti al caso, che sono in media pari a zero. Da questo punto di vista si differenzia dalla statistica inferenziale, alla quale sono associati inoltre errori di valutazione.

Statistica inferenziale

La statistica inferenziale, dunque, è il procedimento per cui si inducono le caratteristiche di una popolazione dall’osservazione di una parte di essa (detta “campione”), selezionata solitamente mediante un esperimento casuale (aleatorio). Da un punto di vista filosofico, si tratta di tecniche matematiche per quantificare il processo di apprendimento tramite l’esperienza.

Le professioni dello statistico

  • Data scientist
  • Consulente per la progettazione e la realizzazione di indagini di mercato e sondaggi di opinione.
  • Esperto di elaborazione ed analisi di dati medici, genetici, farmaceutici, assicurativi.
  • Esperto in progettazione certificazione e controllo della qualità.
  • Analista economico-finanziario.
  • Risk Analyst.
  • Gestore di sistemi informativi.
  • Analista di politiche industriali e di politiche pubbliche.