Vapore

Indice dei contenuti

In fisica, il vapore è una sostanza in fase gassosa ad una temperatura inferiore alla sua temperatura critica, il che significa che il vapore può essere condensato in un liquido aumentando la pressione su di esso senza ridurre la temperatura. Un vapore è diverso da un aerosol. Un aerosol è una sospensione di minuscole particelle di liquido, solido o entrambi all’interno di un gas.

Per esempio, l’acqua ha una temperatura critica di 647 K (374 °C; 705 °F), che è la temperatura più alta alla quale può esistere acqua liquida. Nell’atmosfera a temperature ordinarie, quindi, l’acqua gassosa (nota come vapore acqueo) si condensa in un liquido se la sua pressione parziale viene aumentata sufficientemente.

Un vapore può coesistere con un liquido (o un solido). Quando ciò si verifica, le due fasi sono in equilibrio, e la pressione parziale del gas sarà uguale alla pressione di vapore di equilibrio del liquido (o del solido).

Il vapore è responsabile dei noti processi di formazione delle nuvole e del fenomeno della condensazione. Viene comunemente impiegato per eseguire i processi fisici di distillazione e di estrazione dello spazio di testa da un campione liquido prima della gascromatografia.

Le molecole costituenti il vapore possiedono un movimento vibrazionale, rotazionale e traslazionale. Questi movimenti sono considerati nella teoria cinetica dei gas.

Voci correlate

Altre informazioni

Aiutaci a migliorare