Indice dei contenuti

Tempo

Il tempo è un’entità astratta (oltre che una grandezza fisica), utile per quantificare e misurare il trascorrere degli eventi. Ogni misurazione del tempo implica la misurazione di un cambiamento in una certa quantità fisica, di conseguenza: il tempo è il cambiamento o l’intervallo in cui avviene un cambiamento. È impossibile sapere che il tempo è passato a meno che qualcosa non cambi.

Il tempo è la sequenza continua di esistenza e di eventi che si verifica in una successione apparentemente irreversibile dal passato, attraverso il presente, nel futuro. È una grandezza componente di varie misure usate per mettere in sequenza gli eventi, per confrontare la durata degli eventi o gli intervalli tra di essi, e per quantificare i tassi di cambiamento delle quantità nella realtà materiale o nell’esperienza cosciente. Il tempo, in fisica, è indicato come una quarta dimensione, insieme alle tre dimensioni spaziali.

La quantità di tempo o la modifica viene calibrata rispetto a uno standard. L’unità di misura nel Sistema Internazionale per il tempo è il secondo s. Questo ci consente non solo di misurare la quantità di tempo, ma anche di determinare una sequenza di eventi.

Il tempo è stato a lungo un importante oggetto di studio nella religione, nella filosofia e nella scienza, ma definirlo in un modo applicabile a tutti i campi senza circolarità è sempre sfuggito agli studiosi. Tuttavia, diversi campi come gli affari, l’industria, lo sport, le scienze e le arti dello spettacolo incorporano tutti qualche nozione di tempo nei loro rispettivi sistemi di misurazione.

La natura fisica del tempo è affrontata dalla relatività generale rispetto agli eventi nello spazio-tempo. Esempi di eventi sono la collisione di due particelle, l’esplosione di una supernova o l’arrivo di un’astronave. Ad ogni evento possono essere assegnati quattro numeri che rappresentano il suo tempo e la sua posizione (le coordinate dell’evento). Tuttavia, i valori numerici sono diversi per i diversi osservatori.

Nella relatività generale, la domanda su quale tempo sia ora ha significato solo in relazione ad un particolare osservatore. La distanza e il tempo sono intimamente correlati e il tempo necessario alla luce per percorrere una determinata distanza è lo stesso per tutti gli osservatori, come dimostrato pubblicamente per la prima volta da Michelson e Morley. La relatività generale non affronta la natura del tempo per intervalli estremamente piccoli in cui la meccanica quantistica tiene. Al momento, non esiste una teoria generalmente accettata della relatività generale quantistica.

Voci correlate

Bibliografia

  1. Crediti foto: Photo by Nathan Dumlao on Unsplash