Moto rettilineo uniforme

Si definisce moto uniforme quello in cui la velocità è, oltre che indipendente dal tempo, anche costante da punto a punto nel campo di moto. In meccanica dei fluidi, con il termine moto uniforme, si designa usualmente un campo assai più vasto dei processi di movimento e più precisamente tutti quelli nei quali le caratteristiche del moto delle particelle del fluido, si mantengono identiche nei successivi punti di ogni traiettoria, pur potendo essere differenti da una traiettoria all’altra; perché ciò avvenga le traiettorie devono essere rettilinee e parallele tra loro.

Un punto o corpo materiale si dice in moto rettilineo uniforme (MRU) se il suo spostamento avviene con velocità costante su di una traiettoria rettilinea. Il moto rettilineo uniforme viene descritto mediante una specifica formula detta legge oraria del moto rettilineo uniforme:

dove si e ti indicano rispettivamente la posizione all’istante di tempo iniziale sulla traiettoria ed il tempo iniziale considerato; mentre “s” indica la posizione al tempo “t” considerato. Nel moto rettilineo uniforme, le distanze degli spostamenti sono direttamente proporzionali agli intervalli di tempo impiegati a percorrerle. Ciò significa che, muovendoci a velocità costante, se il tempo raddoppia anche lo spazio percorso raddoppia, e così via; inoltre velocità istantanea e velocità media coincidono in valore.

Aiutaci a migliorare

Indice dei contenuti