Microeconomia

Indice dei contenuti

La microeconomia è una branca dell’Economia che studia il comportamento di singoli agenti economici, o sistemi con un numero limitato di agenti, nel prendere decisioni riguardanti l’allocazione di risorse scarse e le interazioni tra questi individui e imprese.

La prospettiva microeconomica si concentra su parti dell’economia: individui, aziende e industrie. Insieme alla macroeconomia, che studia i sistemi a livello aggregato, costituisce la macrocategoria in cui si possono raggruppare tutte le discipline legate all’economia politica.

Concetti di base della microeconomia

I fondamenti della microeconomia hanno origine da una caratteristica umana fondamentale: desideri illimitati con risorse limitate, mentre le risorse disponibili sono allocate in modo da massimizzare il beneficio complessivo o la felicità. Lo studio della microeconomia coinvolge diversi concetti chiave, tra cui (ma non solo):

  • Teoria della domanda dei consumatori (teoria delle utilità – scelta del consumatore)
  • Teoria della produzione e teoria del costo di produzione del valore (teoria dei prezzi)
  • Costo opportunità
  • Organizzazione industriale e struttura del mercato

I microeconomisti studiano i molti modi in cui i mercati possono essere strutturati, dalla perfetta concorrenza ai monopoli, e i modi in cui la produzione e i prezzi si svilupperanno in questi diversi tipi di mercati.

Importanza e portata della microeconomia

Uno degli obiettivi principali dello studio della microeconomia è aumentare l’efficienza economica; questa può avere forme diverse e comprende più dell’archetipo industriale di produrre la maggior parte dell’output da un input minimo, ossia: efficienza allocativa, efficienza tecnica (X-inefficienza) e occupazione.

Altre informazioni

Aiutaci a migliorare