Liquido

Si definiscono liquidi quei corpi materiali fluidi che, al pari dei gas, non possiedono una forma geometrica definita, ma possiedono invece un volume proprio e definito; non occupano tutto il volume del rispettivo contenitore, qualsiasi essa sia la sua forma, deformandosi e depositandosi nella parte inferiore del recipiente stesso, presentano sempre una “superficie libera” di contatto (o di confine) con la sovrastante atmosfera.

Lo stato liquido è uno stato condensato, perché anche in esso, come nei solidi, le particelle sono legate (debolmente) l’una all’altra. Tra le molecole di un fluido agiscono forze attrattive di entità sufficiente a non consentirne la separazione, ma insufficiente a immobilizzare le molecole in posizioni fisse e definite (come ad esempio quelle di un reticolo cristallino tipico di un solido).

A seconda del tipo di liquido, le molecole possono incontrare maggiore o minore resistenza a muoversi all’interno del liquido stesso; maggiore è la resistenza che incontrano, maggiore è la viscosità del liquido.

Aiutaci a migliorare

Indice dei contenuti