Indice dei contenuti

Arte

L’arte può essere definita come gamma estremamente ampia di (e prodotti di) attività umane che coinvolgono l’immaginazione creativa per esprimere competenza tecnica, bellezza, potere emotivo o idee concettuali. Comprendono molteplici modi diversi e plurali di pensare, fare ed essere. L’arte, è un linguaggio universale, una forma di comunicazione per esprimere sentimenti, emozioni o per mandare un messaggio agli osservatori. Consente di creare un dibattito, di apprezzarla o meno, di dialogare con l’oggetto ma soprattutto con se stessi, con l’io interiore.

L’arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere “emozioni” e “messaggi” soggettivi. Presentare, così com’è nella realtà un qualsiasi oggetto o pensiero non è possibile poiché l’arte è soggettiva, infatti ogni artista propone a colui che osserva le sue opere, la propria “illusione”, non la realtà e con questo possiamo dire che mai nessun’opera d’arte potrà essere paragonata o ricreata da un altro artista.

Ogni particolare che l’artista aggiunge è personale e può essere considerato un indizio per risalire al suo stato d’animo, al contesto o al messaggio che voleva dare.

Arti performative

Le arti performative (dette anche dello spettacolo) sono arti come la musica, la danza e il teatro che vengono eseguite per un pubblico. Sono diverse dalle arti visive, che sono quelle in cui gli artisti usano la pittura, la tela o vari materiali per creare oggetti d’arte fisici o statici. Le arti dello spettacolo includono una serie di discipline che vengono eseguite di fronte a un pubblico dal vivo.

Il teatro, la musica, la danza e la manipolazione di oggetti e altri tipi di performance sono presenti in tutte le culture umane. La storia della musica e della danza risalgono alla preistoria, mentre le abilità circensi risalgono almeno all’antico Egitto. Molte arti dello spettacolo sono eseguite professionalmente. Le esibizioni possono avvenire in edifici appositamente costruiti, come teatri e teatri d’opera, su palcoscenici all’aperto nei festival, su palcoscenici in tende come i circhi e in strada.

Le esibizioni dal vivo davanti a un pubblico sono una forma di intrattenimento. Lo sviluppo della registrazione audio e video ha permesso il consumo privato delle arti dello spettacolo.

Le arti dello spettacolo hanno spesso lo scopo di esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti.

Arti visive

Le arti visive sono forme d’arte come la pittura, il disegno, la stampa, la scultura, la ceramica, la fotografia, il video, il cinema, il design, l’artigianato e l’architettura. Molte discipline artistiche come le arti dello spettacolo, l’arte concettuale e le arti tessili coinvolgono anche aspetti delle arti visive così come le arti di altri tipi. All’interno delle arti visive sono incluse anche le arti applicate come il design industriale, il design grafico, il design della moda, l’interior design e l’arte decorativa.

L’uso corrente del termine “arti visive” include le belle arti così come le arti applicate o decorative e l’artigianato, ma non è sempre stato così. Prima dell’Arts and Crafts Movement in Gran Bretagna e altrove alla fine del XX secolo, il termine “artista” era stato per alcuni secoli spesso limitato a una persona che lavorava nelle belle arti (come la pittura, la scultura o la stampa) e non nelle arti decorative, nell’artigianato o nelle arti visive applicate. La distinzione fu enfatizzata dagli artisti dell’Arts and Crafts Movement, che apprezzavano le forme d’arte vernacolari tanto quanto le forme alte. Le scuole d’arte facevano una distinzione tra le belle arti e l’artigianato, sostenendo che un artigiano non poteva essere considerato un professionista delle arti.